56679293_2190320467715728_6306561554598854656_n

Il gigante alberghiero Marriott in questo momento sta dominando il mercato dell’advertising digitale. Con i suoi investimenti in social ads sta coprendo quasi il 90% della domanda.

La strategia di Marriott si sta riversando sulle maggiori piattaforme social quali Facebook, Instagram, YouTube, Twitter e LinkedIn. Grazie ad una efficace strategia di Social Media Marketing la multinazionale americana è riuscita a mettere in ombra Hilton, IHG, Wyndham e Hyatt.

Marriott domina l’advertising digitale

Le inserzioni della catena sono state più visibili di tutte le altre in termini di impression ma, effettivamente, hanno generato una percentuale di engagement più bassa: 44.900 interazioni contro le 49.200 di Hilton.

Generazione Z

Le catene stanno puntando, inevitabilmente, al pubblico della Generazione Z, che ad oggi rappresenta il target più ampio da inseguire.

Più della metà di tutte le impressions pubblicitarie stavano colpendo la fascia di età dai 18 ai 24 anni, con il 28% che raggiungeva i 25-34 e il 12% i 34-44 anni.

La pandemia chiaramente è meno preoccupante per la generazione del futuro, che non ha problemi a viaggiare ed è la categoria sulla quale devono puntare oggi gli hotel.

Inoltre, un dato molto particolare è anche la percentuale di donne che hanno risposto alle inserzioni rispetto agli uomini: un 72% contro un 28%.

Per gli hotel che sfruttano canali come YouTube e, quindi, Google la maggior parte delle impressions pubblicitarie provengono proprio da queste piattaforme.

Seguono Facebook, Linkedin e Twitter per livello di coinvolgimento.

L’importanza dell’advertising

Oggi essere online non è più un’opzione! Non si può pensare di resistere senza creare una solida immagine online, affiancata da una corretta strategia di digital marketing.

Investire in pubblicità è l’unico modo per differenziarsi dalla concorrenza. Non sapete da dove iniziare? Richiedete una consulenza di un nostro esperto.

La strategia di Marriott si sta riversando sulle maggiori piattaforme social quali Facebook, Instagram, YouTube, Twitter e LinkedIn. Grazie ad una efficace strategia di Social Media Marketing la multinazionale americana è riuscita a mettere in ombra Hilton, IHG, Wyndham e Hyatt.

Marriott domina l’advertising digitale

Le inserzioni della catena sono state più visibili di tutte le altre in termini di impression ma, effettivamente, hanno generato una percentuale di engagement più bassa: 44.900 interazioni contro le 49.200 di Hilton.

Generazione Z

Le catene stanno puntando, inevitabilmente, al pubblico della Generazione Z, che ad oggi rappresenta il target più ampio da inseguire.

Più della metà di tutte le impressions pubblicitarie stavano colpendo la fascia di età dai 18 ai 24 anni, con il 28% che raggiungeva i 25-34 e il 12% i 34-44 anni.

La pandemia chiaramente è meno preoccupante per la generazione del futuro, che non ha problemi a viaggiare ed è la categoria sulla quale devono puntare oggi gli hotel.

Inoltre, un dato molto particolare è anche la percentuale di donne che hanno risposto alle inserzioni rispetto agli uomini: un 72% contro un 28%.

Per gli hotel che sfruttano canali come YouTube e, quindi, Google la maggior parte delle impressions pubblicitarie provengono proprio da queste piattaforme.

Seguono Facebook, Linkedin e Twitter per livello di coinvolgimento.

L’importanza dell’advertising

Oggi essere online non è più un’opzione! Non si può pensare di resistere senza creare una solida immagine online, affiancata da una corretta strategia di digital marketing.

Investire in pubblicità è l’unico modo per differenziarsi dalla concorrenza. Non sapete da dove iniziare? Richiedete una consulenza di un nostro esperto.

CLICCA QUI e richiedi un preventivo per un piano di comunicazione efficace adatto al tuo Hotel!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *