booking-online

La crescita del revenue è l’obiettivo principale di qualsiasi hotel. E forse ancor di più lo è l’aumento delle prenotazioni dirette.

Per qualsiasi albergatore la maggior parte delle entrate arrivano direttamente dalla vendita delle camere e le prenotazioni dirette sul sito web sono di gran lunga quelle che offrono il maggior margine di profitto.

Questo perché, sembra quasi superfluo dirlo, con le prenotazione dirette non è necessario pagare alcuna commissione!

Da quando le OTA hanno aumentato la loro quota di mercato, stanno cercando sempre più di entrare in ogni aspetto del viaggio dell’utente e non solo nella scelta del luogo dove soggiornare: prenotazione di voli, noleggio di automobili, attività, ecc…
Di fatto, alle OTA interessa allontanare e mantenere distanti le persone dai siti web degli hotel.

Al contrario, un hotel deve massimizzare le prenotazioni dirette per ottenere maggiori guadagni ed ospiti più facilmente fidelizzabili.
Il modo migliore per farlo è sfruttare le tariffe, le offerte speciali e le politiche commerciali, fornendo ai clienti un incentivo a prenotare direttamente, dando così una spinta alle prenotazioni dirette.

Ed allora, vediamo 9 tecniche e strategie che potete usare per incentivare ed aumentare le vostre prenotazioni dirette, pagando così meno commissioni ad OTA e portali.

1) Offrite la Migliore Tariffa Garantita

Questo è senza dubbio il punto principale. Le persone sono sempre più abili nel navigare e nel trovare le offerte più convenienti.
Se hanno scelto di soggiornare nel vostro hotel, cercheranno la soluzione più economica possibile. Perciò, assicuratevi di offrire sempre sul vostro booking la miglior tariffa possibile.

È altrettanto importante far capire ai potenziali ospiti quanto sia conveniente anche per loro prenotare tramite il vostro sito ufficiale.
Apparentemente può sembrare banale, ma è incredibile quanto possa crescere il tuo tasso di prenotazione di un sito, una volta inseriti i promemoria che evidenziano la miglior tariffa garantita all’interno di sito e booking engine.

Se ne avete l’opportunità, oltre alla frase “Miglior prezzo garantito”, mostrate il confronto tra le vostre tariffe e quelle delle OTA.

2) Ottimizzate il vostro sito

Una buona strategia di disintermediazione passa anche da un sito efficiente e facile da navigare.

Il vostro sito web dovrebbe essere di semplice utilizzoanche e soprattutto da smartphone (mobile-friendly) ed esteticamente accattivante.
Fate in modo che sia chiaro, snello e comprensibile, anche da chi non è avezzo all’acquisto on-line.

Il sito deve essere in grado di convincere gli utenti che lo navigano a prenotare subito una camera sul sito web, infondendo loro fiducia.
Infatti, molte persone tendono a fidarsi di più dei portali, basandosi sulla loro fama. Creare un sito in grado di raggiungere lo stesso di livello di affidabilità, eliminerà questo problema.

3) Scegliete il miglior booking engine possibile

Un sito senza un booking efficiente, è un sito che non genera prenotazioni dirette.

Dovete scegliere il miglior booking engine possibile sul mercato, senza badare al costo.
Meglio spendere qualcosa in più per un buon booking, che poi doversi trovare in difficoltà e magari senza assistenza, solo per aver risparmiato qualche centinaio d’euro.

Se vi state domandando quale sia il booking da utilizzare, non c’è una risposta assoluta. Dovete scegliere quello che è il migliore per voi e per le vostre esigenze.

In ogni caso, assicuratevi che abbia queste caratteristiche:
1) che sia ottimizzato per dispositivi mobili;
2) che sia semplice da usare per voi, ma soprattutto per gli utenti;
3) che si possa interfacciare e collegare con i channel manager, i gestionali ed i comparatori di prezzo più diffusi;
4) che sia collegabile con Google Analytics.

4) Semplificate il processo di contatto e prenotazione

Il vostro percorso di prenotazione dovrebbe essere semplice e diretto.
Del resto, l’ultima cosa che volete è che un potenziale ospite abbandoni il processo di prenotazione a causa di ostacoli evitabili.

Scegliete alcune delle immagini più belle della struttura ricettiva, aggiustate la quantità di testo e rendete il design complessivo più facile da digerire, anche per chi non è abituato a prenotare on-line.
Continuate a limare e a superare questi piccoli ostacoli fino a quando non notate che il processo risulta fluido e senza intoppi.

Inoltre, una prenotazione diretta può arrivare anche tramite e-mail e telefonata. Fate in modo che i moduli di contatto ed i recapiti telefonici e di e-mail siano ben visibili e comodi da usare, sia da desktop che da smartphone.

5) Incentivate gli ospiti alla prenotazione diretta

Sicuramente un sito ben curato ed un booking efficace sono indispensabili, ma è necessario comunicare agli ospiti anche il perché è conveniente per loro effettuare una prenotazione diretta.

È necessario offrire incentivi per far sì che le persone abbandonino la loro abitudine di prenotare tramite le OTA. Come?
Con offerte esclusiveservizi e pacchetti vacanze o sconti, ottenibili solo prenotando tramite il sito ufficiale.

Comunicate alle persone tutti i vantaggi che otterranno dalla prenotazione diretta: miglior prezzo, cancellazione gratuita, pagamento all’arrivo in struttura, ecc… Solo in questo modo farete in modo che siano consapevoli di tutto ciò che siete in grado di offrire, a differenza delle OTA.

6) Usate le (giuste) chiamate all’azione

La maggior parte dei potenziali ospiti visita il sito web dell’hotel per visualizzare immagini, servizi e politiche commerciali. Con i giusti inviti all’azione, possiamo incentivarli anche al compiere determinate attività.

I bottoni ed i banner grafici presenti nel vostro sito devono essere tutti evidenti e ben visibili e devono essere in grado di trasmettere in modo chiaro la giusta chiamata all’azione. Ad esempio, “Chiama” per le telefonate, “Prenota ora” per le ricerche sul booking, “Iscriviti alla newsletter” per la mailing list e così via.

7) Ricompensate la fedeltà

I programmi fedeltà sono troppo spesso sottovalutati dagli hotel.

Invece, un cliente fidelizzato è una risorsa importantissima per qualsiasi struttura ricettiva. I costi per convincerlo nuovamente alla prenotazione sono estremamente più bassi rispetto a quelli investiti per un nuovo ospite.
Inoltre, conoscono già la struttura e portano meno problemi: saranno già al corrente dei servizi a loro disposizione e delle caratteristiche del luogo.

Per fidelizzare un ospite è importante che già la prima prenotazione avvenga in modo diretto. Infatti, secondo uno studio di Phocuswright, le prenotazioni dirette hanno il doppio delle probabilità di arrivare da ospiti abituali, rispetto alle prenotazioni delle OTA.

8) Attivate campagne Pay per Click

Certo, il pay per click non è gratis. Ma è un ottimo modo per disintermediare.
Le opzioni a disposizione sono molte: Google Ads, Facebook Ads, Instagram Ads, Microsoft Advertising (l’ex Bing Ads), ma anche Google Hotel Ads, TripAdvisor e Trivago.

Ogni piattaforma ha le sue caratteristiche, con conseguenti punti di forza e punti deboli. Vi consigliamo di testare tutte le possibilità a vostra disposizione e di scegliere quelle che offrono il miglior ritorno dall’investimento.

Nel corso del tempo abbiamo sottolineato più volte l’importanza della protezione brand, ma non solo. A patto che sia ben usata, ogni piattaforma può essere in grado di portare buoni risultati. Ad esempio, di recente abbiamo parlato sia di Google Hotel Ads che di Trivago Rate Content: non sottovalutate queste opzioni, seppur siano meno conosciute rispetto ad altre.

9) Migliorate ed affinate la vostra presenza su OTA e Metamotori

Sì, non siamo impazziti. In un articolo incentrato sulla disintermediazione, vi invitiamo ad essere su OTA e Metasearch.

Attenzione, però: non stiamo scrivendo di vendere sulle OTA, ma piuttosto di essere presenti su di esse. Ovvero, dovete essere visibili all’interno dei vari portali, stando però molto attenti alla selezione dei canali di vendita da attivare.

Questo perché la maggior parte delle persone ormai inizia il proprio processo decisionale di prenotazione partendo dalle OTA o dai Metamotori. Non è detto però che vadano a finalizzare la prenotazione stessa lì dentro. Quasi certamente navigheranno anche nei siti web degli hotel che hanno selezionato tra i papabili.

Migliorate la vostra presenza all’interno di OTA e Metasearch, completando i vostri profili sotto tutti gli aspetti possibili: foto, descrizioni, recapiti, ecc…

Rendersi presenti e di conseguenza visibili diventa importante per stabilire un primo legame con un potenziale ospite. Sarà poi vostra cura intercettarlo e portarlo ad una prenotazione diretta, ad esempio seguendo i consigli che vi abbiamo dato quest’oggi!

Inoltre, sui Metamotori gli utenti possono confrontare i prezzi inseriti sulle OTA e sul sito ufficiale dell’hotel.
Se avete gestito bene la vostra politica tariffaria, avrete la possibilità di incoraggiare i viaggiatori a prenotare direttamente sul sito web.
E, come detto nella parte del pay per click, non dimenticatevi che all’interno dei Metamotori potete promuovere direttamente la vostra struttura ricettiva con delle campagne.

Per qualsiasi albergatore la maggior parte delle entrate arrivano direttamente dalla vendita delle camere e le prenotazioni dirette sul sito web sono di gran lunga quelle che offrono il maggior margine di profitto.

Questo perché, sembra quasi superfluo dirlo, con le prenotazione dirette non è necessario pagare alcuna commissione!

Da quando le OTA hanno aumentato la loro quota di mercato, stanno cercando sempre più di entrare in ogni aspetto del viaggio dell’utente e non solo nella scelta del luogo dove soggiornare: prenotazione di voli, noleggio di automobili, attività, ecc…
Di fatto, alle OTA interessa allontanare e mantenere distanti le persone dai siti web degli hotel.

Al contrario, un hotel deve massimizzare le prenotazioni dirette per ottenere maggiori guadagni ed ospiti più facilmente fidelizzabili.
Il modo migliore per farlo è sfruttare le tariffe, le offerte speciali e le politiche commerciali, fornendo ai clienti un incentivo a prenotare direttamente, dando così una spinta alle prenotazioni dirette.

Ed allora, vediamo 9 tecniche e strategie che potete usare per incentivare ed aumentare le vostre prenotazioni dirette, pagando così meno commissioni ad OTA e portali.

1) Offrite la Migliore Tariffa Garantita

Questo è senza dubbio il punto principale. Le persone sono sempre più abili nel navigare e nel trovare le offerte più convenienti.
Se hanno scelto di soggiornare nel vostro hotel, cercheranno la soluzione più economica possibile. Perciò, assicuratevi di offrire sempre sul vostro booking la miglior tariffa possibile.

È altrettanto importante far capire ai potenziali ospiti quanto sia conveniente anche per loro prenotare tramite il vostro sito ufficiale.
Apparentemente può sembrare banale, ma è incredibile quanto possa crescere il tuo tasso di prenotazione di un sito, una volta inseriti i promemoria che evidenziano la miglior tariffa garantita all’interno di sito e booking engine.

Se ne avete l’opportunità, oltre alla frase “Miglior prezzo garantito”, mostrate il confronto tra le vostre tariffe e quelle delle OTA.

2) Ottimizzate il vostro sito

Una buona strategia di disintermediazione passa anche da un sito efficiente e facile da navigare.

Il vostro sito web dovrebbe essere di semplice utilizzoanche e soprattutto da smartphone (mobile-friendly) ed esteticamente accattivante.
Fate in modo che sia chiaro, snello e comprensibile, anche da chi non è avezzo all’acquisto on-line.

Il sito deve essere in grado di convincere gli utenti che lo navigano a prenotare subito una camera sul sito web, infondendo loro fiducia.
Infatti, molte persone tendono a fidarsi di più dei portali, basandosi sulla loro fama. Creare un sito in grado di raggiungere lo stesso di livello di affidabilità, eliminerà questo problema.

3) Scegliete il miglior booking engine possibile

Un sito senza un booking efficiente, è un sito che non genera prenotazioni dirette.

Dovete scegliere il miglior booking engine possibile sul mercato, senza badare al costo.
Meglio spendere qualcosa in più per un buon booking, che poi doversi trovare in difficoltà e magari senza assistenza, solo per aver risparmiato qualche centinaio d’euro.

Se vi state domandando quale sia il booking da utilizzare, non c’è una risposta assoluta. Dovete scegliere quello che è il migliore per voi e per le vostre esigenze.

In ogni caso, assicuratevi che abbia queste caratteristiche:
1) che sia ottimizzato per dispositivi mobili;
2) che sia semplice da usare per voi, ma soprattutto per gli utenti;
3) che si possa interfacciare e collegare con i channel manager, i gestionali ed i comparatori di prezzo più diffusi;
4) che sia collegabile con Google Analytics.

4) Semplificate il processo di contatto e prenotazione

Il vostro percorso di prenotazione dovrebbe essere semplice e diretto.
Del resto, l’ultima cosa che volete è che un potenziale ospite abbandoni il processo di prenotazione a causa di ostacoli evitabili.

Scegliete alcune delle immagini più belle della struttura ricettiva, aggiustate la quantità di testo e rendete il design complessivo più facile da digerire, anche per chi non è abituato a prenotare on-line.
Continuate a limare e a superare questi piccoli ostacoli fino a quando non notate che il processo risulta fluido e senza intoppi.

Inoltre, una prenotazione diretta può arrivare anche tramite e-mail e telefonata. Fate in modo che i moduli di contatto ed i recapiti telefonici e di e-mail siano ben visibili e comodi da usare, sia da desktop che da smartphone.

5) Incentivate gli ospiti alla prenotazione diretta

Sicuramente un sito ben curato ed un booking efficace sono indispensabili, ma è necessario comunicare agli ospiti anche il perché è conveniente per loro effettuare una prenotazione diretta.

È necessario offrire incentivi per far sì che le persone abbandonino la loro abitudine di prenotare tramite le OTA. Come?
Con offerte esclusiveservizi e pacchetti vacanze o sconti, ottenibili solo prenotando tramite il sito ufficiale.

Comunicate alle persone tutti i vantaggi che otterranno dalla prenotazione diretta: miglior prezzo, cancellazione gratuita, pagamento all’arrivo in struttura, ecc… Solo in questo modo farete in modo che siano consapevoli di tutto ciò che siete in grado di offrire, a differenza delle OTA.

6) Usate le (giuste) chiamate all’azione

La maggior parte dei potenziali ospiti visita il sito web dell’hotel per visualizzare immagini, servizi e politiche commerciali. Con i giusti inviti all’azione, possiamo incentivarli anche al compiere determinate attività.

I bottoni ed i banner grafici presenti nel vostro sito devono essere tutti evidenti e ben visibili e devono essere in grado di trasmettere in modo chiaro la giusta chiamata all’azione. Ad esempio, “Chiama” per le telefonate, “Prenota ora” per le ricerche sul booking, “Iscriviti alla newsletter” per la mailing list e così via.

7) Ricompensate la fedeltà

I programmi fedeltà sono troppo spesso sottovalutati dagli hotel.

Invece, un cliente fidelizzato è una risorsa importantissima per qualsiasi struttura ricettiva. I costi per convincerlo nuovamente alla prenotazione sono estremamente più bassi rispetto a quelli investiti per un nuovo ospite.
Inoltre, conoscono già la struttura e portano meno problemi: saranno già al corrente dei servizi a loro disposizione e delle caratteristiche del luogo.

Per fidelizzare un ospite è importante che già la prima prenotazione avvenga in modo diretto. Infatti, secondo uno studio di Phocuswright, le prenotazioni dirette hanno il doppio delle probabilità di arrivare da ospiti abituali, rispetto alle prenotazioni delle OTA.

8) Attivate campagne Pay per Click

Certo, il pay per click non è gratis. Ma è un ottimo modo per disintermediare.
Le opzioni a disposizione sono molte: Google Ads, Facebook Ads, Instagram Ads, Microsoft Advertising (l’ex Bing Ads), ma anche Google Hotel Ads, TripAdvisor e Trivago.

Ogni piattaforma ha le sue caratteristiche, con conseguenti punti di forza e punti deboli. Vi consigliamo di testare tutte le possibilità a vostra disposizione e di scegliere quelle che offrono il miglior ritorno dall’investimento.

Nel corso del tempo abbiamo sottolineato più volte l’importanza della protezione brand, ma non solo. A patto che sia ben usata, ogni piattaforma può essere in grado di portare buoni risultati. Ad esempio, di recente abbiamo parlato sia di Google Hotel Ads che di Trivago Rate Connect: non sottovalutate queste opzioni, seppur siano meno conosciute rispetto ad altre.

9) Migliorate ed affinate la vostra presenza su OTA e Metamotori

Sì, non siamo impazziti. In un articolo incentrato sulla disintermediazione, vi invitiamo ad essere su OTA e Metasearch.

Attenzione, però: non stiamo scrivendo di vendere sulle OTA, ma piuttosto di essere presenti su di esse. Ovvero, dovete essere visibili all’interno dei vari portali, stando però molto attenti alla selezione dei canali di vendita da attivare.

Questo perché la maggior parte delle persone ormai inizia il proprio processo decisionale di prenotazione partendo dalle OTA o dai Metamotori. Non è detto però che vadano a finalizzare la prenotazione stessa lì dentro. Quasi certamente navigheranno anche nei siti web degli hotel che hanno selezionato tra i papabili.

Migliorate la vostra presenza all’interno di OTA e Metasearch, completando i vostri profili sotto tutti gli aspetti possibili: foto, descrizioni, recapiti, ecc…

Rendersi presenti e di conseguenza visibili diventa importante per stabilire un primo legame con un potenziale ospite. Sarà poi vostra cura intercettarlo e portarlo ad una prenotazione diretta, ad esempio seguendo i consigli che vi abbiamo dato quest’oggi!

Inoltre, sui Metamotori gli utenti possono confrontare i prezzi inseriti sulle OTA e sul sito ufficiale dell’hotel.
Se avete gestito bene la vostra politica tariffaria, avrete la possibilità di incoraggiare i viaggiatori a prenotare direttamente sul sito web.
E, come detto nella parte del pay per click, non dimenticatevi che all’interno dei Metamotori potete promuovere direttamente la vostra struttura ricettiva con delle campagne.

CLICCA QUI e richiedi un preventivo per creare il nuovo sito del tuo Hotel con il tuo booking diretto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *